Certificati Bianchi – area FAQ

Rev. 03/2014

1. Cosa sono i Certificati Bianchi?

I Certificati Bianchi, detti anche Titoli di Efficienza Energetica, sono incentivi di carattere economico per l’effettuazione di interventi di risparmio e di efficientamento energetico presso gli utenti e consumatori finali di energia. I TEE certificano il risparmio conseguito, espresso in tep (tonnellata equivalente di petrolio) sui consumi di energia elettrica, metano o di altro combustibile, a seguito di interventi di risparmio energetico. Vale la corrispondenza 1 TEE = 1 TEP.

2. Quali tipi di intervento generano i TEE?

I TEE sono ottenibili a seguito di interventi che consentono una riduzione del consumo di energia primaria presso l’utilizzatore finale. Ciò può verificarsi grazie anche alla sostituzione di vecchi vetri singoli con nuovi doppi vetri ad elevata prestazione termica.

3. Quanto vale 1 TEE?

Il valore dei TEE è variabile, in funzione delle quotazioni raggiunte nel mercato gestito dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici). Il suo valore oscilla da tempo su valori medi di  90-100 €/TEE.

4. Quanti mq di vetri bisogna sostituire per generare 1 TEE?

 Ciò varia in funzione di due criteri: la zona climatica dove sono stati sostituiti i vetri e la destinazione d’uso dell’edificio (abitazione, terziario, ospedali). Es. zona: San Giovanni in fiore; destinazione: abitazione. Occorrono 23 mq di vetri sostituiti per generare 1 TEE (vedi tabella). tabella

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5. Cosa devo fare per ricevere gli incentivi?

Basta compilare in ogni sua parte la scheda (scaricabile qui) ed allegare il relativo certificato della vetreria timbrato e firmato dalla vetreria stessa. Infine consegnare il tutto all’agente di zona.

6. Posso rendicontare un intervento di sostituzione vetri effettuato all’estero?

No. L’incentivo è ristretto al territorio italiano.

7. Devo allegare la fattura di vendita?

No. Non serve allegare alcuna fattura.

8. Posso rendicontare un lavoro effettuato in passato?

Fino al 31 maggio 2014 c’è la possibilità di raccogliere schede “vecchie” dal 2005 ad oggi. A partire dal 1° giugno è possibile rendicontare solo schede di nuovi lavori.

 

Faq