News

IRON 3G: la nuova linea estetica del Sistema 3G

IRON 3G   Se stai cercando un Serramento che unisca in sé la qualità e la resistenza delle Finestre in Allumino e la bellezza e la cura del dettaglio estetico stai cercando IRON 3G. IRON 3G è la nuova linea estetica del Sistema 3G messa a punto da ALsistem per offrire ai propri clienti la libertà di scegliere l’infisso che più gli piace. Il disegno ispirato dalle linee e al minimimalismo dei serramenti in acciaio, è la risposta alla missione di ALsistem di offrire prodotti d’avanguardia e in linea con le richieste più attuali nell’ambito dell’architettura e del design. Le sezioni ridotte al minimo, l’essenzialità e la purezza delle forme ne facilitano l’impiego in contesti architettonici di particolare pregio.  

SCHEMA TECNICO E NOTE PER L’INSTALLAZIONE

 

Balconi e Balaustre: sistema certificato

balconi e balaustre S3        balaustre alsistem

 

 


Balconi e Balaustre è la serie per realizzare Parapetti, Sopramuretti e Corrimano in Alluminio e Vetro.

La Serie si compone di una gamma completa di Profili in Alluminio e Accessori che consente un’ampia varietà di soluzioni costruttive, con un risultato decisamente accattivante dal punto di vista estetico e funzionale.

La novità tecnica principale del Sistema è la sua resistenza di 3 Kn al metro lineare, senza necessità di ancoraggio dello scorrimento alle estremità. Balconi e Balustre, infatti, risponde alle Norme di costruzione e ai controlli più esigenti a livello europeo.

L’eleganza visiva delle numerose soluzioni costruttive di Balconi e Balaustre, la facilità di montaggio e le straordinarie prestazioni tecniche del Sistema fanno di questo prodotto una soluzione unica per versatilità e possibilità di impiego. 

Tra le numerose variabili il Sistema prevede le seguenti Soluzioni:

– a pavimento per Balconi e Scale

– fronte soletta per Balconi e Scale

– a scomparsa per Balconi

– Sopramuretto

– Corrimano a mano

– Corrimano su piantana


 

balconi e balustre

 

 

 

 

Frangisole OVERSUN

 

oversun

 

 

Frangisole sono un ottimo sistema per proteggersi dal sole, pur godendo della luce naturale; poter orientare la luce naturale e regolare i flussi termici e luminosi garantisce comfort termico e visivo, consentendo di ridurre i costi energetici per il riscaldamento, il raffrescamento e l’illuminazione degli spazi interni agli edifici. 

 

 

oversun_3

 

oversun_2

 

Oversun è il sistema per oscuranti che prevede molteplici soluzioni adatte ad ogni esigenze, comprende: frangisole in alluminiotende esterne a lamelle in alluminio orientabili, veneziane e pergole bioclimatiche.

oversun_5

 

Le pergole bioclimatiche sono la soluzione migliore per usufruire degli spazi esterni, arredare patiiroof garden e giardini d’inverno: le lamelle orientabili regolano la luce, creano una ventilazione naturale e proteggono da pioggia, neve e vento.

oversun_6

 

oversun_4

 

MA DAVVERO LA POSA AD ALTA EFFICIENZA ENERGETICA COSTA TROPPO?

Cattura
Questo è un post insolito per la nostra rassegna di news ma pensiamo meriti, per la sua disarmante efficacia, di essere riproposto ai nostri clienti. Usiamo opportunamente il verbo “riproposto” perché si stratta uno stralcio della newsletter che Paolo Ambrosi ha recentemente inviato ai suoi potenziali corsisti. Ambrosi crediamo non abbia ormai bisogno di presentazione, perché è uno dei massimi studiosi del serramento e anche il docente dei corsi Thermoposa che molti lettori di queste righe hanno frequentato.Il tema è: i clienti non vogliono una posa ad alta efficienza energetica perché costa troppo. “Una delle più grandi bufale che ho letto sui social” afferma lapidario il buon Ambrosi. E per smontarla alla radice non ricorre a giri filosofici ma ai numeri, che sono le cose che tutti capiscono meglio.

“Una posa tradizionalescrive Ambrosi con silicone e schiuma costa circa 4 Euro. Non è garantita nel tempo, non è conforme alla prestazione dei serramenti e quindi ne peggiora l’efficienza termica e soprattutto acustica. I materiali per la costruzione di un nodo secondario ad alta efficienza con materiali conformi a quanto prescritto dalla norma UNI 11673-1 costa circa 16 Euro. È garantita 10 anni, non richiede l’installazione di coprifili, è semplice da fare, non si rischia di sporcare ma soprattutto riesce a far sì che i valori del serramento certificati in laboratorio, siano conformi anche all’atto della posa”.

Fin qui è chiaro! Il discorso fila. L’analisi non fa una piega. La domanda scomoda arriva subito dopo: “C’è qualcuno la fuori che pensa veramente che gli stessi clienti che spendono 500 Euro o più per una finestra, siano disposti a rinunciare ad una posa garantita nel tempo perché costa 12 Euro in più?”.

Non è finita. Arriva a ruota la domanda scomodissima rivolta al serramentista: “Devi scegliere per la tua casa nella quale vivrai per il resto della tua vita tra una finestra posata “tradizionalmente” a 504 Euro, oppure puoi scegliere una finestra con posa garantita 10 anni a 516 Euro. Cosa scegli?”.

La conclusione di Ambrosi è, come suo costume, alquanto caustica e troppo corrosiva per essere riportata in questa news. La tralasciamo volentieri. Ci fermiamo alla fondamentale riflessione cui ci obbligano queste poche righe. Forse dobbiamo un attimo fermarci tutti a meditare bene sul loro significato. Quando usiamo il termine “tutti” ci mettiamo davvero tutti, anche noi distributori, che forse non facciamo fino in fondo la nostra parte.

PLANET diventa PLUS

04-IMG_planet-72

 

In arrivo in Sidertre la nuova serie Planet 62 Plus, che diventerà uno dei nostri prodotti di punta.

Planet 62 Plus è perfettamente compatibile con l’attuale serie Planet 62: stessa punzonatrice, stessi accessori.

Migliorano sensibilmente le prestazioni termiche, grazie soprattutto all’utilizzo di barrette con setti rivestiti in Foil.

La nuova inclinazione delle barrette consente inoltre di migliorare la stabilità del profilo e l’aderenza della pinna centrale.

Migliora anche la lavorabilità in officina con la nuova guarnizione centrale che si inserisce con maggior facilità e il nuovo angolo vulcanizzato che semplifica l’incollaggio.

Più prestazioni, più lavorabilità… Planet 62 Plus! Presto in Sidertre!

 

04-IMG_per fine articolo

Il CassoMuro per riqualificare il cassonetto facendolo “sparire”

 

01-img-cassomuro

 

Volete essere sicuri che la dispersione termica della vostra casa sia ai massimi livelli e faccia lievitare le spese di climatizzazione dell’ambiente? Se avete un vecchio cassonetto per l’avvolgimento della tapparella potete esserne certi! Il vano del cassonetto infatti rappresenta per la casa un canale privilegiato per il passaggio dell’aria dall’esterno verso l’interno e viceversa.

Il vecchio cassonetto in legno o lamiera ha una struttura portante che offre prestazioni molto scarse in termini di isolamento termico e acustico. Quando si sostituiscono gli infissi non basta dare una rinfrescata estetica al vecchio cassonetto. La sua riqualificazione deve essere reale e prestazionale.

D’altra parte già tre anni fa è intervenuta un’apposita norma (26 giugno 2015) che introduce per la prima volta l’obbligo di rispettare i limiti di trasmittanza termica del cassonetto (obbligatorio a partire dal 1° ottobre 2015).

 

Sono due le soluzioni che vi proponiamo per ottemperare agli obblighi di legge: riqualificare il vecchio cassonetto o sostituirlo con uno nuovo fatto in officina (il CassoMuro).

Sulla prima soluzione abbiamo già detto nel recente passato: il sistema Thermoposa per la riqualificazione del vecchio cassonetto, quando non ci sono vincoli estetici da rispettare, è certamente il modo più veloce ed economico per risolvere il problema.

Ma se abbiamo necessità di coordinare il cassonetto ai nuovi infissi? In questo caso Thermoposa ha pensato al CassoMuro, un cassonetto a scomparsa ad alta efficienza termo-acustica che viene costruito su misura dal serramentista.

I vantaggi del CassoMuro sono evidenti:

  • Prestazioni di isolamento termico ai vertici con valori certificati fino a Usb < 1,0 W/mqKin base al tipo di isolante scelto come riportato nella pagina successiva;
  • Prestazioni di isolamento acusticouniche fra i cassonetti da ristrutturazione con un valore Rw = 40Db secondo UNI EN ISO 10140-2;
  • Estetica del cassonetto moderna ed elegante che riqualifica architettonicamente il vano serramento raccordandolo alla muratura per ottenere l’effetto “a scomparsa”;
  • Versatilità: un unico cassonetto che può essere applicato a qualsiasi serramento, riducendo così il numero di fornitori e le scorte di magazzino;
  • Velocità di realizzazione: CassoMuro può essere costruito facilmente e su misura direttamente dal serramentista senza richiedere attrezzature costose o competenze elevate riducendo drasticamente i tempi.

Sul sito Alsistem abbiamo reso disponibili alcuni video che vi guidano alla costruzione e all’installazione del CassoMuro.

 

Potete visionarli cliccando QUI:

 

 

IL MONTAGGIO DI SECRET + EXENS

secret

 Secret è la nuova anta ribalta con cerniera a scomparsa progettata per adattarsi perfettamente ai profili Alsistem. Consente l’apertura a 180° e ampie tolleranze di regolazione da eseguire dopo il montaggio. Facile da montare sull’infisso e impreziosito dalla linea minimal della maniglia Exens, il dispositivo permette alla finestra di distinguersi per la ricerca e la cura dei dettagli.

La cerniera a scomparsa sta rapidamente crescendo nei desideri dell’utilizzatore finale e la continua ricerca degli uffici di progettazione ha recentemente portato risultati importanti sotto l’aspetto estetico e funzionale. Non ultima una sensibile diminuzione di prezzo che ha spianato la strada a una progressiva diffusione del prodotto.

Ci preme sottolineare la facilità di montaggio di Secret, un forte plus del prodotto, che potete saggiare guardando questo video:

SECRET & EXENS

 

EXENS

 

 

 

Ecobonus: Modalità per l’esecuzione dei controlli

ECOBONUS_2018

 

E’ stato pubblicato nella gazzetta ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico relativo a “Procedure e modalità per l’esecuzione dei controlli da parte di ENEA sulla sussistenza delle condizioni per la fruizione delle detrazioni fiscali per le spese sostenute per interventi di efficienza”, ovvero sui controlli relativi alle richieste che accedono agli Ecobonus.

Decreto che disciplina le procedure e le modalità con le quali ENEA effettua i controlli, sia documentali che sul luogo dell’intervento, per accertare l’effettiva sussistenza delle condizioni per avere accesso alle detrazioni fiscali ottenute.

Il testo che rende operative le modalità per l’esecuzione dei controlli, dispone che entro il 30 giugno di ciascun anno, l’ENEA deve elabora e sottoporre un programma di controlli a campione sulle istanze prodotte in relazione agli interventi conclusi entro il 31 dicembre dell’anno precedente.

criteri modalità per l’esecuzione dei controlli

La modalità di selezione delle istanze deve tenere in particolare conto tenendo quelle che soddisfano uno o più dei seguenti criteri:” a) istanze relative agli interventi che hanno diritto a una maggiore aliquota; b) istanze che presentano la spesa più elevata; c) istanze che presentano criticità in relazione ai requisiti di accesso alla detrazione fiscale ed ai massimali dei costi unitari”

Nel caso venga ritenuto necessario, l’avvio del procedimento mediante sopralluogo viene comunicato, con un preavviso minimo di quindici giorni, con lettera raccomandata a/r oppure, ove disponibile, mediante posta elettronica certificata (PEC), specificando il luogo, la data, l’ora e il nominativo dell’incaricato del controllo.

A fronte di motivata richiesta presentata dal soggetto beneficiario, il sopralluogo può essere rinviato, per una sola volta, e comunque eseguito entro sessanta giorni dalla comunicazione.

Il comma 6 dell’articolo 4 dispone inoltre che “Il controllo in situ produce esito negativo se le dichiarazioni contenute nella documentazione trasmessa dal beneficiario della detrazione ovvero dall’amministratore, per conto del condominio, ai sensi dell’art. 3 presentino difformità rilevanti rispetto alle opere effettivamente realizzate. Il controllo in situ produce altresì esito negativo a fronte di comportamenti ostativi od omissivi tenuti nei confronti dei tecnici incaricati, consistente anche nel diniego di accesso all’edificio oggetto di ispezione.”

Clicca qui per scaricare il decreto n°211 del 11/09/2018

DOOR: la nuova soluzione per porte esterne

 

02-img_door_S3

Il sistema DOOR è stato concepito da Alsistem per la costruzione di porte e portoncini con performance di sicurezza d’eccellenza (raggiunge la classe 3 di antieffrazione). Ottime anche le prestazioni termo-acustiche, grazie a distanziali tubolari in poliammide di 18 mm. Disponibile nella versione 62 e 72 (sezione telaio 62/72, sezione anta 62/72). Il sistema di tenuta è assicurato da guarnizioni a doppia battuta in EPDM coestruso. Concepito anche per una buona resa estetica (anta e telaio complanari) con un design essenziale e curato nei particolari, utilizzabile sia in contesti commerciali che residenziali.

Sotto l’aspetto squisitamente tecnico presenta alcune caratteristiche distintive:

Profilo anta con duplice funzione anta-zoccolo;

Gamma complete compresa di cerniere a scomparsa;

Soglia da 3mm con sistema di tenuta ermetico;

Barrette studiate appositamente per evitare l’effetto bimetal indotto dalla diversa temperatura tra ambiente interno ed esterno.

 Riassumiamo di seguito le prestazioni termiche testate sulla nuova serie (dimensioni normalizzate secondo UNI EN 14351-1 (1,48m [+ 25%] x 2,18m [± 25%] ) con vetrocamera Ug 1,00W/m2K e psi 0,036.):

DOOR 62: Uw=1.48 W/m2K (1 anta) – Uw=1.64 W/m2K (2 ante)

DOOR 72: Uw=1.08 W/m2K (1 anta) – Uw=1.23 W/m2K (2 ante)

Il catalogo è scaricabile (previa registrazione) su www.alsistem.com

Ecobonus 2018 – Cessione del credito

ecobonus 2

La legge di bilancio 2018 ha apportato delle novità interessanti per chi intende riqualificare energeticamente la propria casa.

Il discorso della cessione del credito è stato introdotto nel 2017 ma era limitato solo agli interventi sui condomini.

La legge di bilancio 2018 ha esteso la possibilità di cedere il credito corrispondente anche alla detrazione spettante per gli interventi effettuati sulle singole unità immobiliari. Tale credito può essere ceduto ai fornitori che hanno effettuato gli interventi oppure può essere ceduto a banche e a intermediari finanziari da parte però dei soli contribuenti che ricadono nella no tax area.

Allo stesso modo, la cessione dell’ Ecobonus può avvenire nei confronti delle Energy Service Companies (le cosiddette “Esco”, ovvero società che effettuano interventi mirati all’ efficienza energetica, accettando un rischio finanziario) e delle Società di Servizi Energetici (Sse) che offrono servizi integrati per la realizzazione e l’eventuale successiva gestione degli interventi di risparmio energetico.

 

Interventi agevolabili che riguardano il nostro settore:

  • sostituzione infissi
  • installazione di schermature solari (frangisole, persiane, veneziane per esterno, pergole bioclimatiche addossate).

Contattaci Subito per avere maggiori informazioni CLICCA QUI

CLICCA QUI  per scaricare la circolare dell’ Agenzia delle Entrate  o  CLICCA SUL LINK  per consultarne il sito

Detrazione del 65% fino al 31 dicembre 2017

La Detrazione del 65% Scadrà il 31 dicembre 2017

 

Alla vigilia della presentazione della Legge di Bilancio 2018 e dei vari decreti collegati, ci sembra opportuno riepilogare lo stato dell’arte e le indiscrezioni che si rincorrono.

Cosa Scadrebbe al 31 dicembre?

-Per le Ristrutturazioni Edili si passerebbe dal  50% al 36%
-Per la Riqualificazione energetica in singole unità immobiliari (compreso sostituzione serramenti) si passerebbe dal 65% a Nessuna Detrazione Prevista.

E ora?

Al momento tutte le indiscrezioni provenienti dall’Esecutivo concordano su due punti:

-Le detrazioni per la riqualificazione energetica in singole unità immobiliari saranno prorogate di un anno.
-Le aliquote di detrazione per gli interventi di sostituzione dei serramenti e delle caldaie passerebbero dal 65% al 50%.

Riguardo alle detrazioni per le ristrutturazioni edili non è ancora chiaro se resteranno al 50% o torneranno al 36%.

In questo quadro di incertezza, nei giorni scorsi, Unicmi ha incontrato al MISE il Capo di Gabinetto del Ministro Calenda.
Nel colloquio è emersa chiaramente l’intenzione del Governo di ridimensionare le aliquote delle detrazioni per alcuni interventi.

Contattaci Subito per Approfittare della Detrazione Prima del 31 Dicembre e per Avere Maggiori Informazioni.

                                                                                             

 

Thermoposa PureAir

Aria Pulita, Comfort e Risparmio energetico con Thermoposa PureAir

 

Il Team ThermoPosa dopo due anni di sperimentazione ha sviluppato PureAir, una macchina specifica che ricambia l’aria in continuo, senza disagi e senza spreco energetico, consentendo di risolvere i problemi di muffa e condensa senza dover aprire le finestre, che significa anche avere un miglior isolamento acustico ed evitare che qualcuno possa entrare agevolmente in casa.
Arieggiare con PureAir significa risparmiare denaro, avere maggior comfort, più sicurezza ed un miglioramento delle condizioni igienico sanitarie interne.
La macchina ha ricevuto il prestigioso sigillo “VMC Qualità CasaClima”, la prima fra le macchine da parete non canalizzate, a testimonianza delle sue qualità prestazionali.

Il funzionamento della macchina è molto semplice:
i flussi d’aria sono generati da due piccole ventole centrifughe molto silenziose che funzionano a 24 volt e basso assorbimento energetico. Una ventola aspira l’aria fresca esterna e, dopo averla filtrata la spinge all’interno della casa, una seconda ventola genera un flusso opposto aspirando l’aria viziata e calda interna che viene spinta verso l’esterno.

Normalmente in una casa di 80 mq per abbassare l’umidità, ridurre la condensa ed evitare la formazione di muffa è sufficiente una sola macchina, possibilmente montata nella stanza dove maggiormente si verifica il fenomeno (tipicamente a Nord).

Per case di metratura maggiore o per case disposte su più piani è consigliabile l’installazione di una seconda macchina.

Pertanto è consigliabile installare una macchina e abbinarla ad un sistema di estrazione d’aria e umidità in bagno (estrattore) e in cucina (cappa), che se utilizzati correttamente (ovvero quando l’umidità viene generata in questi ambienti) dovrebbe assicurare l’assenza di muffe e condensa nell’abitazione.

Una volta stabilito il dimensionamento dell’impianto, l’installazione di PureAir è estremamente semplice.

Contattaci per Avere Maggiori Informazioni sul Prodotto e Clicca Qui per Scaricare la Brochure

                                                                                             PureAir

 

UN GRANDE “WINDOWS INNOVATION DAY”

Nel nuovo corso Thermoposa, tenuto venerdì scorso al T-Hotel, oltre 70 serramentisti sono stati “strapazzati” dal grande Paolo Ambrosi

 

Docente di eccellenza ormai noto al pubblico calabrese per le sue performance ricche di lucida ironia e pregne di contenuti utilissimi al professionista del serramento.

Anche questa volta non sono mancati gli stimoli alla riflessione che solo lui, Paolo Ambrosi, riesce ad erogare con lo stile e la passione che lo contraddistinguono.

Dopo i corsi di vendita e di posa, questa nuova formula arricchisce il catalogo formativo di Alsistem e qualifica il marchio Thermoposa come contenitore indispensabile per l’industria del serramento, ricco di strumenti di lavoro e spunti di riflessione per chi crede nel proprio lavoro e volge lo sguardo a un futuro riservato a pochi (i migliori).

Il Windows Innovation Day di Thermoposa si è sviluppato nell’arco di una intera giornata, come sempre intensa ma scorrevole, riservata ai migliori clienti Sidertre e cucita appositamente intorno a loro (serramentisti che vedono nell’alluminio il loro core business per il presente e per il futuro).

Paolo Ambrosi ha ripercorso i temi fondamentali della vendita e della posa del serramento, dentro i quali ha intercalato le ultime novità del sistema Thermoposa, i risvolti pratici della nuova norma sulla posa, il rivoluzionario sistema di cassonetto a scomparsa “fai da te” (il Cassomuro) e lo scambiatore “Pure Air” (il polmone della casa, indispensabile per vivere gli ambienti domestici in salubrità e dare l’ultimo addio alla muffa).

Un’altra grande giornata di formazione che ci vede protagonisti attivi e sensibili ai cambiamenti che interessano il nostro settore. Una nuova occasione di incontro con i nostri clienti per scambiarci vedute e sensazioni sul mercato, in un clima di massima convivialità e voglia di stare insieme.

 

                                                                                                  

 

Programma Windows Innovation Day

Il 20 Ottobre a Lamezia si terrà il Windows Innovation Day, Corso di aggiornamento per il conseguimento del diploma di Esperto negli aspetti tecnici e normativi del moderno serramento organizzato da AlSistem e Siderte.

Il programma del corso è così strutturato:

Il corso dura dalle ore 09.00 alle ore 17.00 e sviluppa i seguenti argomenti

1° PARTE: il nuovo decreto dei minimi
   • i nuovi limiti di efficienza energetica richiesti per legge al serramento ed ai suoi accessori

2° PARTE: come rispettare il valore di trasmittanza termica del cassonetto richiesto per legge
    • il valore Usb del cassonetto: come calcolarlo
    • la coibentazione interna del vano cassonetto con il sistema PosaClima Renova
     • il Cassomuro, il nuovo cassonetto che si coordina alla parete: una soluzione unica per tutte le finestre che svincola il cassonetto dal tipo e dal colore del serramento

3° PARTE: come rispettare il valore del fattore solare g gl + sh richiesto per legge dal decreto dei Minimi
    • i parametri ottico energetici e luminosi della vetrata isolante
    • come scegliere la vetrata in funzione delle esposizioni per rispettare i valori di legge

4° PARTE: la dichiarazione tecnica finale che il serramentista deve dare al cliente
    • come redigerla – quali documenti allegare

5° PARTE: la nuova norma sulla posa in opera
    • eliminare i ponti termici
    • cosa cambia nei sistemi e nei materiali per la posa dei serramenti
    • evitare reclami e contestazioni

6° PARTE: come ricambiare l’aria nei locali in modo automatico evitando muffe e condense
    • il problema della condensa, della muffa e del ricambio d’aria nel caso di sostituzione dei serramenti
    • la soluzione: la ventilazione meccanica controllata a recupero di calore, senza canalizzazioni

7° PARTE: esame teorico
    • Somministrazione del test a crocette, distribuzione dei diplomi e della documentazione
    • Termine dei lavori

Relatori:

dott. Paolo Ambrosi
Docente CasaClima sui serramenti ad alta efficienza energetica
dott. Nicola Straudi
Membro della commissione UNI che ha redatto la nuova norma sulla Posa

Ai partecipanti che superano il test verrà consegnato:

-Diploma di Esperto negli aspetti tecnici e normativi del moderno serramento

Il corso è consigliato soprattutto a coloro che in Azienda si occupano della parte commerciale: gli argomenti che verranno sviluppati costituiscono un forte aiuto alla vendita.

 

Clicca sul Link per Scaricare la Brochure del Corso con Prezzo e Programma Completo

 

Paolo Ambrosi ai Windows Innovation Day

Continuato gli aggiornamenti sui Windows Innovation Day, Corso di aggiornamento per il conseguimento del diploma di Esperto negli aspetti tecnici e normativi del moderno serramento pensato dalla Sidertre per i Suoi Clienti.

 

       

WINDOWS INNOVATION DAY

20 Ottobre Corso di Aggiornamento per il Conseguimento del Diploma di Esperto negli Aspetti Tecnici e Normativi del Moderno Serramento

 

Il 2016 è stato un anno molto importante per il settore del serramento esterno, sia per quanto riguarda gli aspetti legali che normativi.
Per quanto riguarda l’aspetto legale, con i chiarimenti del 1° Agosto 2016, il Ministero dello Sviluppo Economico ha definitivamente precisato quali sono i nuovi limiti di trasmittanza termica per il cassonetto in funzione della zona climatica: nella sostanza, per rispettare i nuovi valori, d’ora in avanti il cassonetto dovrà sempre essere coibentato.
Contestualmente è stato anche meglio chiarito come si deve calcolare il fattore solare g per le finestre esposte da Est a Ovest passando per il Sud.
Infine i nuovi chiarimenti riguardano anche come redigere la dichiarazione finale che il serramentista dovrà obbligatoriamente dare al termine dei lavori.
Per quanto riguarda invece l’aspetto normativo è finalmente stata approvata la prima parte della norma sulla posa in opera dei serramenti che disciplinerà questa materia, che fino ad ora
non aveva regole precise. Messo definitivamente al bando il controtelaio in metallo, ora anche i requisiti termoacustici del nodo di collegamento e le caratteristiche dei materiali di sigillatura, secondo questa norma, dovranno avere delle caratteristiche precise. Finalmente si è definita la “Regola d’arte”.
Anche dal punto di vista dello sviluppo dei prodotti il 2016 è stato un anno molto fecondo: per risolvere il problema del cassonetto coibentato il gruppo Thermoposa, ha individuato delle soluzioni molto semplici ed economiche ma di sorprendente isolamento termoacustico.
Per risolvere invece il problema della condensa e della muffa, che è sempre più frequente dopo la sostituzione dei vecchi serramenti, Thermoposa ha messo a punto una macchina per
la Ventilazione Meccanica Controllata a Recupero di Calore appositamente studiata per la ristrutturazione. E’ un piccolo apparecchio che consuma non più di 8 watt/ora per un ricambio
d’aria di 30 m3/ora con un recupero di calore dell’80%.
La macchina viene installata su di una parete, verrà accesa al momento dell’installazione e rimarrà sempre in funzione per tutta la sua vita, eliminando il problema delle condense,
delle muffe e garantendo un’ottima qualità dell’aria interna, un grande comfort abitativo ed un notevole risparmio energetico.
Per approfondire questi argomenti, ALsistem ha preparato un format informativo, invitando i relatori più esperti.

Partecipare al Windows Innovation Day significa quindi essere informati sulle nuove norme e leggi, evitare contenziosi e reclami ma soprattutto avere una vision moderna del serramento e nuove argomentazioni da spendere nella vendita e questo è forse l’obiettivo principale!

 

 

Nuove Disposizioni Sanzionatorie Per I Trasgressori Della 305/2011

Dal 9 agosto sono diventate operative le disposizioni sanzionatorie previste dal Regolamento (UE) n.305/2011. Queste disposizioni riguardano anche fabbricanti, importatori, distributori e mandatari della filiera dei serramenti: per il produttore di serramenti che non rispetta quanto definito per la marcatura CE è prevista una sanzione penale (arresto fino a 6 mesi) e una ammenda compresa tra 10.000 e 50.000 €.

Dopo l’approvazione a Giugno da parte del Consiglio dei Ministri, è stato pubblicato in G.U. n°159/17 il Decreto Legislativo 106/2017 recante l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) n.305/2011.

Pertanto dal 9 agosto sono diventate cogenti queste disposizioni sanzionatorie:

Violazione degli obblighi di Dichiarazione di Prestazione e Marcatura CE da parte del fabbricante

1. Il fabbricante che viola l’obbligo di redigere la Dichiarazione di Prestazione è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro; quando si tratta di prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio, il fabbricante che viola l’obbligo di dichiarare la prestazione del prodotto è punito con l’arresto fino a 6 mesi e con l’ammenda da 10.000 euro a 50.000 euro.

2. Il fabbricante che redige la Dichiarazione di Prestazione non rispettando le prescrizioni ivi previste è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 10.000 euro; il medesimo fatto è punito con l’arresto sino a 2 mesi e con l’ammenda da 3.000 euro a 30.000 euro qualora si riferisca all’utilizzo di prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

3. Il fabbricante che fornisce la Dichiarazione di Prestazione violando le prescrizioni di cui all’articolo 7 del regolamento (UE) n. 305/2011 e di cui all’articolo 6, comma 3, del presente decreto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 4.000 euro; il medesimo fatto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 euro a 10.000 euro qualora si riferisca all’utilizzo di prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

4. Il fabbricante che viola i principi generali e le disposizioni relative all’uso della Marcatura CE è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro; il medesimo fatto è punito con l’arresto sino a 6 mesi e con l’ammenda da 10.000 euro a 50.000 euro qualora si riferisca all’utilizzo di prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

5. Il fabbricante che viola le regole e le condizioni previste dall’articolo 9 del regolamento (UE) n. 305/2011 per l’apposizione della Marcatura CE è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro; il medesimo fatto è punito con l’arresto sino a 6 mesi e con l’ammenda da 10.000 euro a 50.000 euro qualora si riferisca all’utilizzo di prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

Violazione degli obblighi di impiego dei prodotti da costruzione

1. Il costruttore, il direttore dei lavori, il direttore dell’esecuzione o il collaudatore che, nell’ambito delle specifiche competenze, utilizzi prodotti non conformi agli articoli 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10 del regolamento (UE) n. 305/2011 e all’articolo 5, comma 5, del presente decreto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 euro a 24.000 euro; salvo che il fatto costituisca più grave reato, il medesimo fatto è punito con l’arresto sino a 6 mesi e con l’ammenda da 10.000 euro a 50.000 euro qualora vengano utilizzati prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

2. Il progettista dell’opera che prescrive prodotti non conformi a quanto previsto dall’articolo 5, comma 5, del presente decreto o in violazione di una delle disposizioni in materia di Dichiarazione di Prestazione e Marcatura CE di cui agli articoli 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10 del regolamento (UE) n. 305/2011 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 euro a 12.000 euro; salvo che il fatto costituisca più grave reato, il medesimo fatto è punito con l’arresto sino a 3 mesi e con l’ammenda da 5.000 euro a 25.000 euro qualora la prescrizione riguardi prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

Scarica il Decreto Legislativo 106/2017

 

 

Pure Air ai “Windows Innovation Day”

Continuato gli aggiornamenti sui Windows Innovation Day, Evento pensato dalla Sidertre per i Suoi Clienti, che si terrà dopo l’estate e in cui si parlerà di svariati argomenti tra cui:

Aria Pulita, Comfort e Risparmio energetico con Thermoposa PureAir

 

Il Team ThermoPosa dopo due anni di sperimentazione ha sviluppato PureAir, una macchina specifica che ricambia l’aria in continuo, senza disagi e senza spreco energetico, consentendo di risolvere i problemi di muffa e condensa senza dover aprire le finestre, che significa anche avere un miglior isolamento acustico ed evitare che qualcuno possa entrare agevolmente in casa.

 
Arieggiare con PureAir significa risparmiare denaro, avere maggior comfort, più sicurezza ed un miglioramento delle condizioni igienico sanitarie interne.

 

La macchina ha ricevuto il prestigioso sigillo “VMC Qualità CasaClima”, la prima fra le macchine da parete non canalizzate, a testimonianza delle sue qualità prestazionali.

Clicca sul Link per approfondire l’argomento e Continua a Seguire le News e la Pagina Facebook per Saperne di Più…

 

Nomina Nuovo Presidente Alsistem

Gerenzano, 5 luglio 2017 – L’Assemblea Soci ALsistem, ha deliberato la nomina del Sig. Paolo Festoni di Alca Srl alla carica di Presidente del Gruppo ALsistem per il triennio 2017 – 2020.

 

L’Assemblea Soci ALsistem ha individuato nella persona del Sig. Paolo Festoni, già Vicepresidente del Gruppo, una candidatura condivisa ad unanimità, che si inserisce nella volontà di proseguire con la crescita e lo sviluppo del Consorzio.
L’Assemblea ha ribadito l’apprezzamento unanime per l’impegno e la dedizione mostrata dal Presidente uscente Sig. Marcello Calandrino, ringraziandolo per il lavoro svolto e rivolgendo un caloroso augurio di buon lavoro al nuovo Presidente.

 

L’Assemblea ha altresì nominato il Consiglio Direttivo che affiancherà il neo Presidente, nel dettaglio:

• Ing. Antonio Marini di Marini SpA, Vicepresidente e Responsabile del personale;
• Sig. Marcello Calandrino di Edilsider SpA, Responsabile Marketing e Comunicazione;
• Sig. Giordano Cantori di Cantori Srl, Responsabile Sviluppo Estero.

Novità sui “Windows Innovation Day”

Continuano gli aggiornamenti sui Windows Innovation Day, Evento pensato dalla Sidertre per i Suoi Clienti, che si terrà dopo l’estate e in cui si parlerà di svariati argomenti tra cui:

Il Thermo Pro:  Moderno Sistema di Controtelai per la Riquadratura del Foro Murario e il Fissaggio Strutturale del Serramento

 

Rispetto ai controtelai tradizionali presenta i seguenti vantaggi:
• Elevato isolamento termico (Φ = 0,17 W/mqK).
• Tenuta meccanica certificata: resistenza delle viti fissate a 15 mm dal bordo esterno > 200 Kg per punto.
• Sezioni terminali ridotte per consentire l’alloggiamento dei profili porta intonaco ed evitare la copri filatura.
• Non si deforma, non marcisce e non arrugginisce se viene a contatto con pioggia o se esposto a situazioni di alta umidità.
• Ignifugo ed autoestinguente (classe V0), ovvero non propaga la fiamma.

I vantaggi di utilizzare un controtelaio in PVC estruso:
Robustezza e resistenza.
I controtelai realizzati con profili in PVC “Pieno” non garantiscono
robustezza e resistenza alla struttura, impedendo quindi di
realizzare controtelai solidi nel tempo. 

Clicca sul Link per approfondire l’argomento e Continua a Seguire le News e la Pagina Facebook per Saperne di Più…

 

Arrivano i “Windows Innovation Day”

La Sidertre ha in mente grandi Novità per i suoi Clienti.

Tra queste c’è il Windows Innovation Day, un Evento che si terrà dopo l’estate, in cui si parlerà di svariati argomenti, tra cui 

Posa in Opera di Serramenti: I Requisiti e Criteri di Verifica della Progettazione. 

Il 2 marzo 2017 è stata pubblicata la Parte 1 della Norma sulla posa UNI 11673.

In questa prima parte della norma si definiscono 3 questioni molto importanti:

• come si deve fare la progettazione del giunto di posa al fine di avere dal giunto delle prestazioni non inferiori a quelle delle ante (punto 5 – riservato principalmente ai progettisti e ai produttori di serramenti);

• come devono essere le caratteristiche dei materiali (punto 6 – riservato principalmente ai produttori di materiali);

• come risolvere le situazioni di criticità nel caso di sola sostituzione dei serramenti (allegato B – riservato principalmente ai posatori).

In futuro usciranno altre due parti della norma che chiariranno:

• nella parte 2 i criteri ed i percorsi formativi per la qualificazione della figura professionale dell’installatore;

• nella parte 3 le modalità di verifica e controllo, in situ ed in laboratorio, delle prestazioni del giunto di posa.

Clicca sul Link per approfondire l’argomento e Continua a Seguire le News e la Pagina Facebook per Saperne di Più…

 

TENDA DA SOLE EASYSUN

Easysun è la tenda da sole oscurante completamente integrata alla vostra finestra. Il nuovo fermavetro cavo PL1325, montato sui sistemi Planet 50 e 62 TT, Planet 72 HT e Top Slide 160, funziona da binario per il montaggio a incastro della tenda.

Semplice da installare, grazie ad una vasta gamma di colori e soluzioni, è un elemento d’arredo, di gestione della luce solare e della privacy.

Elegante e funzionale, Easysun è un tocco di colore e un’idea che cambia lo stile della tua abitazione. Combina i colori, regola l’apertura della tendina, rimodulando il design degli interni.

Easysun  ha un telo plissettato centrale antistropicciamento e due barre maniglia tenditrici. Con un semplice gesto le maniglie si inseriscono nei binari, il risultato è uno schermo oscurante perfettamente integrato nella finestra.

La tenda Easysun può essere integrata anche nelle porte-finestre di grandi dimensioni. Su serramenti scorrevoli renderà estremamente pratico il controllo della luce nell’ambiente.

Montare Easysun  è semplicissimo. Grazie al fermavetro brevettato ALSistem, il canale di aggancio è già integrato nella finestra. Basta un movimento e il pacchetto è perfettamente montato. Adesso il sole è veramente nelle tue mani.

       

LA PERGOLA BIOCLIMATICA

Il design innovativo delle forme abbinato alla estrema versatilità delle strutture modulabili e realizzabili su misura, aiutano la tua creatività nell’arredare i tuoi spazi ed aumentare i volumi abitativi dando esclusività l’architettura dei Vostri edifici, nessun organo di movimentazione a vista, il motore che movimenta il tetto è occultato nella struttura perimetrale, quindi maggior design e minore manutenzione.

Nessun canale di scolo o gronde, l’acqua viene raccolta nella struttura ed espulsa tramite canalizzazione nei pilastri. Potete scegliere tra i vari optionals, tende trasparenti o vetri impacchettabili per chiusure laterali per vivere lo spazio anche d’inverno, stufe termo riscaldanti e l’illuminazione a Led.

La Pergola Bioclimatica Oversun è interamente fornita in Kit di montaggio, nessuna lavorazione da effettuare ed il montaggio è semplice e rapido. La Pergola Oversun usufruisce del 65% di detrazione fiscale, quindi un risparmio del 65% sul costo del prodotto e sull’istallazione. Altro dato molto importante è che la  Pergola Bioclimatica non necessita di concessione edilizia ed è esente da qualunque tassazione aggiuntiva. 

La Pergola Biocliamtica Oversun è la perfetta soluzione per arredare il tuo patio, per ampliare i tuoi spazi ricettivi nella tua attività, per vivere il tuo roof garden in tutte le stagioni e per creare il tuo giardino d’inverno .

LA POSA AD ALTA EFFICIENZA DI THERMOPOSA

Concluso nei giorni 29 e 30 novembre il tour 2016 di ALsistem che ha portato in giro per l’Italia la posa ad alta efficienza di “THERMOPOSA”. Lo ha concluso la Sidertre, in Calabria, con una due giorni ricca di contenuti che ha visto la partecipazione di serramentisti provenienti da tutta la regione. Il T-Hotel Lamezia è stato il palcoscenico ideale di queste due giornate di intenso lavoro per tutti. Intense e impegnative soprattutto per chi ha ritenuto di mettere per un attimo da parte gli impegni quotidiani in officina, e partecipare  a un corso fondamentale su un tema importantissimo come la posa in opera.

I corsi Thermoposa sono stati nel 2016 gli appuntamenti formativi certamente più importanti del settore. I due corsi proposti (quello di vendita e quello di posa) hanno visto la partecipazione di centinaia di serramentisti e installatori in tutta Italia. Un grande successo preparato nei minimi particolari in diversi mesi di lavoro che ha visto il coinvolgimento corale di tutte le aziende facenti parte del Gruppo ALsistem. Dai corsi di posa sono venuti fuori i primi posatori qualificati “Thermoposa”, una qualifica destinata ad amplificare la sua importanza in vista dell’ormai imminente uscita della tanto attesa norma che andrà presto a regolamentare la corretta posa in opera dei serramenti.

Da oggi anche la Calabria entra in questo circuito virtuoso della posa qualificata con i nostri primi diplomati, che andranno a infoltire un selezionato gruppo di serramentisti italiani convintamente proteso verso la qualità, la ricerca e lo sviluppo delle soluzioni più avanzate per garantire al serramento le massime prestazioni in qualsiasi situazione d’impiego.

 

THERMOPOSA: in arrivo il corso di Posa ad Alta Efficienza

ALsistem, avvalendosi dell’esperienza di persone che studiano da anni l’argomento “posa in opera”, ha sviluppato un sistema di posa specifico per i propri serramenti e lo ha inserito in una serie di attività formative e commerciali racchiuse nel brand Thermoposa. Si tratta di un pacchetto completo che parte da un controtelaio termico e strutturale in PVC e comprende i sistemi ed i materiali per la costruzione del nodo primario (controtelaio – muro) e nodo secondario (telaio – controtelaio).

Il sistema Thermoposa ALsistem rispetta le indicazioni di CasaClima e soddisfa i requisiti posti per legge con il nuovo decreto Ministeriale del 26 giugno 2015.

Per illustrare queste nuove soluzioni abbiamo preparato un corso di qualificazione professionale sulla posa che unisce alla parte teorica una parte pratica. Nella parte teorica del corso si approfondiscono i concetti della efficienza energetica, si insegna a scegliere i prodotti di sigillatura migliori tramite prove ed esperimenti ed a progettare e costruire i nodi di sigillatura. Nella parte pratica i partecipanti vengono riuniti in gruppi di due persone e ricevono un controtelaio su cui posare i profili porta intonaco e le barriere al vapore, di tenuta all’aria per costruire il nodo di collegamento al muro e quindi monteranno il telaio di una finestra utilizzando i nastri auto espandenti e mettendo in pratica le nozioni acquisite.

Coloro che hanno superato i test teorici e pratici ricevono il diploma di “Posatore Esperto e tecnico per la Riqualificazione del Foro Finestra” e potranno essere inseriti nel sito www.thermoposa.com alla categoria dei posatori qualificati.

Vi aspettiamo il 29 e 30 novembre 2016 al T-Hotel.

Per aderire seguire le indicazioni indicate sul programma.

scarica qui il programma del corso

Primo corso THERMOPOSA il 14 ottobre

Iniziato a Cagliari lo scorso 19 aprile, arriva finalmente in Calabria il tour di ALsistem incentrato sulla vendita dei serramenti. Nel corso “Vendere Finestre ALsistem 2016” imparerete come si realizza l’efficienza energetica del foro finestra a partire dalla scelta della giusta vetrata, ma anche del corretto sistema di posa di coibentazione del cassonetto e del taglio del marmo passante quando esistente. Quindi con l’ausilio del software “ALwin Economy”, che ALsistem ha sviluppato in collaborazione con Ambrosipartner, vi dimostreremo come si può calcolare in modo preciso il risparmio nei costi di climatizzazione che ciascun cliente avrà nella propria casa: allegando questa informazione al preventivo potrete dimostrare che le nuove finestre non sono un costo ma un investimento che si ripaga da solo nel giro di pochi anni.

Vi aspettiamo al T-Hotel venerdì 14 ottobre. Per aderire seguire le indicazioni indicate sul programma.

scarica qui il programma del corso

Oversun, il sistema frangisole in alluminio

Siamo lieti di presentarvi il nuovo prodotto di Alsistem: Oversun, il sistema di frangisole in alluminio.

Dal 1° ottobre 2015 il Decreto “Requisiti Minimi” ha posto un nuovo limite agli infissi per ridurre il surriscaldamento interno estivo dovuto all’irraggiamento diretto dei locali. E’ stata pubblicata una tabella che pone un limite all’energia solare termica che entra direttamente attraverso i vetri ossia al fattore solare ggl+sh. Esso deve essere inferiore o al più uguale a 0,35.

L’impiego dei frangisole Oversun consente di ridurre il fattore solare: con il frangisole si ha un fattore solare pari allo 0,02, mentre con una facciata con vetri selettivi si ha un fattore solare pari a 0,42. Altro vantaggio interessante è la maggiore trasmissione luminosa che passa dal 50% con i vetri selettivi all’80% con l’impiego dei frangisole Oversun. Le suddette caratteristiche consentono al frangisole di ridurre i costi energetici del 30% garantendo un elevato comfort termico e visivo.

Oversun è proposto in un ampia gamma di pale frangisole che si differenziano per dimensione, forma e movimentazione nell’ottica di poter soddisfare qualunque esigenza.

Scarica qui il catalogo tecnico completo

Guarda il video di presentazione della pergola bioclimatica

Chiusura per ferie estive

La Sidertre resterà chiusa per le ferie estive dal 15 al 28 agosto.

Buone vacanze dallo staff Sidertre!

capo-vaticano

 

 

Edilizia scolastica, il chiarimento di UNICMI

L’edilizia scolastica rientra nelle priorità dell’azione di Governo e rappresenta oggi un’interessante opportunità di lavoro per il nostro settore.

E’ stato attivato un piano di edilizia scolastica con una disponibilità di 3,9 miliardi per la messa in sicurezza, ristrutturazione e realizzazione di edifici scolastici. In due anni sono stati avviati 12.041 interventi.

Proprio in materia di edilizia scolastica abbiamo chiesto alcuni chiarimenti tecnici ad UNICMI, l’Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche dell’Involucro e dei serramenti.

Abbiamo notato che nelle linee guida di ultima pubblicazione in materia di edilizia scolastica non risultano prescrizioni in merito al raggio di curvatura degli spigoli delle ante mobili dei serramenti. Abbiamo pertanto  segnalato la cosa ad UNICMI che ci ha prontamente risposto: «Le indicazioni sull’opportunità di non avere spigoli vivi sono riportati all’art. 8.1.3 “Infissi esterni” del D.M. 236/89 in materia di abbattimento delle barriere architettoniche. La prescrizione è data però in termini generici, senza entrare nel merito di raggi di curvatura minimi».

8.1.3. INFISSI ESTERNI

L’ altezza delle maniglie o dispositivo di comando deve essere compresa tra cm. 100 e 130; consigliata 115 cm. Per consentire alla persona seduta la visuale anche all’ esterno, devono essere preferite soluzioni per le quali la parte opaca del parapetto, se presente, non superi i 60 cm. di altezza dal calpestio, con l’ avvertenza, però, per ragioni di sicurezza, che l’ intero parapetto sia complessivamente alto almeno 100 cm. e inattraversabile da una sfera di 10 cm. di diametro. Nelle finestre lo spigolo vivo della traversa inferiore dell’ anta apribile deve essere opportunamente sagomato o protetto per non causare infortuni. Le ante mobili degli infissi esterni devono poter essere usate esercitando una pressione non superiore a kg. 8.

In conclusione: «Suggeriamo per specifici interventi di verificare, consultando gli Uffici Tecnici dei Comuni e delle ASL territoriali, che non sussistano indicazioni sul punto a livello dei Regolamenti Edilizi e/o di Igiene».

 

 

Ecobonus 65%, attivo il portale 2016 di Enea

E’ stato attivato in questi giorni il nuovo portale di Enea finanziaria2016.enea.it per l’invio telematico della documentazione relativa agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici per l’anno 2016 che consente di usufruire delle detrazioni fiscali del 65%.

Attualmente è possibile inviare la documentazione relativa a:

  • interventi di riqualificazione dell’intero edificio;
  • coibentazioni dell’involucro edilizio;
  • sostituzione degli infissi;
  • installazione di schermature e pannelli solari;
  • istallazione di impianti di climatizzazione invernale.

La documentazione va inviata entro i 90 giorni dalla data di fine lavori.

Dal 2007, anno di esordio della Finanziaria, al 2014, sono state inviate oltre 2 milioni di pratiche per un totale di circa 25 miliardi di euro che hanno consentito un risparmio energetico di circa 50 mila GWh, pari al consumo di un anno di energia di una città come Roma.

Per dare voce ai successi ottenuti e per sensibilizzare la popolazione alle tematiche dell’efficienza energetica, l’Enea ha organizzato due giornate formative per i giornalisti dal titolo “Le nuove sfide per l’efficienza energetica, fra risparmio sulla bolletta e lotta al cambiamento climatico” (4 aprile Milano – 6 aprile Roma).

 

Hai problemi o dubbi sulla documentazione da inviare ad Enea per ottenere la detrazione fiscale del 65%?

Vuoi ottenere le detrazioni fiscali del 65% ma non sai come fare?

Nessun problema!

La Sidertre, in qualità di intermediario, gestirà la pratica per tuo conto e ti rilascerà il codice identificativo della dichiarazione CPID indispensabile per poter accedere alle detrazioni fiscali.

Contattaci per un consulenza gratuita

0961.99.82.81